e-book Pro, un ultrabook economico adatto agli insegnanti

Introduzione

Questa recensione offre il punto di vista dell’insegnante e ovviamente tralascia alcuni spunti tecnici che, seppur interessanti, esulano dagli obiettivi che mi sono posto, ovvero quelli di valutare undispositivo valido per il lavoro degli insegnanti.
E’ per questo motivo che innanzitutto ho scelto un prodotto chemetta a disposizione dei docenti alcune caratteristiche che reputo essere irrinunciabili, ovvero l’ esperienza di scrittura, il monitor, la qualità dei materiali di costruzione e l’ attenzione verso i dettagli.

Nella recensione quindi analizziamo man mano le varie caratteristiche alla luce della loro utilità per l’insegnante.
e-book Pro ha diverse configurazioni. Io faccio riferimento a quella che ha come sistema operativoLinux Phanteon OS, per ragioni che fra poco vi spiegherò. Farò qualche appunto anche sull’uso diMicrosoft Windows 10 che è previsto in alcune configurazioni.

Estetica

Il computer portatile si presenta molto gradevole sia dal punto di vista del design sia dal punto di vista dei materiali utilizzati. Su questo aspetto i progettisti hanno dedicato la stessa cura che spesso viene dedicata a portatili di fascia alta che costano almeno il doppio. Alcune caratteristiche che verranno menzionate in seguito le trovate solo sui dispositivi che raggiungono prezzi intorno ai 900 euro, quelli che fanno concorrenza ai MacBook, insomma.

Il touchpad grande e multitouch consente di lavorare agevolmente e la tastiera, alla quale dedicherò una sezione apposita, è ergonomica. Per me, che sono un utilizzatore irriducibile del Mac è forse una delle poche che si avvicina per layout, feedback tattile e, appunto, ergonomia.
Il materiale utilizzato è un alluminio di ottima qualità che conferisce all’oggetto un aspetto molto cool. L’ ultrabook è sottile, in nessun punto supera i 14 millimetri di spessore. Esso va comodamente in una borsa porta documenti ed occupa lo spazio di una carpettina, pur essendo un portatile da 14 pollici. In confronto con il Macbook da 13.3 pollici, il monitor di e-book Pro ha più o meno gli stessi ingombri,pur essendo dotato di un display più grande.

Il confronto con i portatili “plasticosi” con i grandi cornicioni sullo schermo è d’obbligo, visto che in linea di massima il costo di questo portatile è simile a quello di un computer più ingombrante e meno

gradevole nell’utilizzo. Ma è altrettanto ovvio che e-book Pro ne esce indubbiamente vincitore, soprattutto perchè con i suoi 1.4 Kg di peso e 9 millimetri di spessore, nel punto più sottile, è indubbiamente ultra-leggero ed ultra-sottile.

Monitor e grafica

Il luminoso monitor IPS offre una risoluzione Full HD, in linea con le risoluzioni dei monitor degli ultrabook di fascia alta. Il pannello LCD, progettato per un basso consumo di corrente, ha colori brillanti e non stanca nell’utilizzo prolungato, probabilmente anche per via della sofisticata tecnologia One Glass Solution, impiegata per la sua realizzazione. La grafica è gestita da una scheda che consente di adeguarsi a diverse risoluzioni. Chi ha difficoltà a tenere l’alta risoluzione, quindi testi e finestre di piccole dimensioni, può cambiarla senza che vi sia significativa differenza nella nitidezza, cosa cheinvece talora accade su altri dispositivi. Il monitor è ricoperto da uno strato di vetro, del tipo che trovate su tablet e cellulari nonché su dispositivi portatili di fascia alta. In genere un portatile di fascia medio bassa ha un monitor ricoperto di

materiale plastico che si graffia facilmente. Anche la risoluzione dei monitor dei portatili di fascia bassa di ferma spesso a 1366×768. In questo caso la risoluzione Full HD arriva a 1920×1080 pixel. Ciò vuol dire immagini più nitide e definite nei contorni.
La scheda grafica differisce tra i due modelli disponibili. Il modello più costoso N5000 ha una scheda grafica a 18 unità di esecuzione, a differenza del modello N4000 che ha 12 unità di esecuzione. L’uscita video micro HDMI consente di connettere anche un secondo monitor esterno per estendere o duplicare lo schermo. E’ ovviamente possibile connettere anche un proiettore, quindi usarlo con la LIM. In dotazione è presente un cavo adattatore da Micro HDMI ad HDMI. In genere il solo costo di questo adattatore arriva anche a 10 euro, sempre ammesso che lo si trovi in commercio nei negozi, poiché non sempre questo accade.

Ho connesso un monitor particolare, alla risoluzione di 2560 x 1080 (21/9) e ho notato con piacere che tutta la grafica si adatta senza problemi e senza alcuna deformazione, come spesso avviene quando le schede grafiche non dispongono di una particolare risoluzione, costringendo ad una visualizzazione distorta delle immagini. Io di solito uso un doppio monitor per lavorare meglio anche su risoluzioni maggiori e su dimensioni maggiori. Il monitor che uso mi consente anche di avere due finestre affiancate sullo stesso (1280x 800), cosa che con questo portatile riesce molto facilmente. Sino ad ora sono riuscito in questo intento solo con un Mac, mai con PC di fascia medio-bassa, la cui risoluzione spesso è limitata ma dove ho avuto difficoltà ad individuare la giusta risoluzione nativa del monitor.

Processore

La scelta del processore è particolare e va adeguatamente spiegata. Nella mente di chi ha voluto progettare questo ultrabook c’era l’intenzione di realizzare un computer che fosse anche economico,oltre che senza alcuna ventola di raffreddamento, ma senza rinunciare ad alcune particolari caratteristiche tipiche di un ultrabook. Esclusi i canonici processori Intel che trovate nei pc portatili e precisamente Intel Core i3, i5 o i7, la scelta è andata sulla famiglia di processori Intel Gemini Lake N4000-N5000. Una famiglia di processori per PC di fascia media che si coniuga bene con l’uso di suite per ufficio, browser e basso livello di multitasking. In poche parole se non si utilizzano molte applicazioni aperte contemporaneamente le caratteristiche del processore sono tali da reggere l’uso anche intenso del PC senza problemi. Il processore adottato, inoltre, supporta una temperatura di utilizzo elevata, quindi non necessita di ventole di raffreddamento, che infatti qui sono totalmente assenti. Il sistema integra anche la grafica che supporta ben 18 unità di esecuzione. Ciò vuol dire che nel contesto grafico sono supportate diverse modalità di risoluzione sino a 4K. Il chip inoltre contiene un motore video avanzato che conferisce quelle caratteristiche necessarie a visualizzare in modo fluido di filmati anche in streaming senza alcun problema.

Il ridotto consumo di questa famiglia di processori consente al PC di aumentare l’autonomia operativasino a ben 8 ore. Per dirla in parole semplici il motore è da buona utilitaria a basso consumo ma il PC ha caratteristiche e optional da auto di lusso. Quindi andate dove volete viaggiando bene anche se non avete la possibilità di accelerare come con una Ferrari.

Memoria

La memoria RAM DDR4 è di 4 GB per la versione più economica e di 8 GB per quella più performante. Viste le leggere differenze di prezzo io preferisco 8 GB di memoria

 RAM. E’ una memoria ad alta velocità dello stesso tipo di quelle montate sulla maggior parte dei computer portatili di fascia media. La memoria di massa è affidata a due unità. Una eMMC, da 32GB di serie ed una SSD la cui capienza va

da 60 a 240 GB. Gli SSD sono anche più costosi, da qui la differenza di taglio che rappresenta una scelta di personalizzazione quindi non impressionatevi se non trovate uin hard disk da 1 terabyte che difficilmente riempirete. Provate a vedere quanto avete riempito del PC che attualmente utilizzate, avrete un ottimo elemento di partenza per capire cosa vi serve. Non sempre il bagagliaio di una auto è una qualità che ci serve. Un appunto va fatto sui dischi SSD: la loro presenza compensa in buona parte la minor performance legata alla scelta di un processore meno potente. Infatti nell’uso per attività di produttività tipiche degli insegnanti si eseguono spesso tante operazioni di apertura e chiusura di file, conservazioni ed archiviazioni. Queste operazioni sono spesso legate alla velocità con cui operano le memorie e gli SSD, in tutti i casi, hanno performances superiori agli hard disk tradizionali, ma costano notevolmente di più. Anche il tempo di avvio e di caricamento di applicazioni è veloce e più che alla velocità del processore esso è dovuto alla memoria di massa veloce.

Tastiera e touchpad

Una cosa che ho gradito molto è stata la tastiera con tasti a isola con 0,7 mm di escursione e massima usabilità. Sono abituato da anni con la tastiera del MacBook, giudicata ormai la migliore in assoluto per ergonomia e usabilità. Di solito quando utilizzo un computer portatile “non Mac” commetto errori di digitazione dovuti alla differenza tra le tastiere, le dimensioni, il layout e soprattutto la sensibilità. Sto scrivendo questa recensione proprio su e-book Pro e per un po’ mi sono dimenticato del fatto che non sto usando un Mac. La tastiera è retroilluminata con 3 livelli di illuminazione. C’è da dire che la funzionalità di retroilluminazione è tipica di computer portatili di fascia medio alta. Non si trova mai su dispositivi da 400 euro. Qui è un di più a cui io non so rinunciare poiché mi consente di lavorare in un ambiente rilassante con poca illuminazione, contando sul fatto che la stessa tastiera avrà la sua.

Il touchpad è di grandi dimensioni, consente un utilizzo agevole e questo fa sì che non sia necessario usare un mouse esterno. Sul touchpad è integrato un sensore di impronte digitali simile a quello che ormai siamo abituati ad usare su un dispositivo mobile come il cellulare. Il lettore consente di accedere al sistema in pochi secondi senza dover inserire password. Pochi dispositivi portatili dispongono di un lettore di impronte.

Il touchpad è multitouch, quindi dispone di funzionalità gestuali da usare con due o più dita, ad esempio o scorrimento verticale avviene appoggiando e spostando due dita sul touchpad. L’uso è molto fluido e sensibile al massimo. Spesso capita che molti insegnanti abbiano difficoltà nell’uso del touchpad anche per via della scarsa sensibilità e delle dimensioni ridotte. In questo caso il touchpad è compatibile con le funzioni standard di Windows 10 come lo zoom, lo scorrimento con due dita ed altre scorciatoie.

Connettività

Ho verificato la presenza di due porte USB 3.0 veloci, ciò vuol dire che i dispositivi di memorizzazione esterna trasmettono dati 10 volte più velocemente rispetto alla connessione USB 2.0 .
E’ inoltre predente una porta micro-HDMI (con annesso adattatore) che consente la connessione audio e video ad un monitor esterno, proiettore, LIM. L’uscita video supporta un segnale sino a 4K, perciòtutte e 18 le unità di esecuzione della scheda video integrata. Il portatile si adatta automaticamente alla migliore risoluzione del dispositivo video. Ho connesso un monitor esterno da 25 pollici con caratteristiche particolari e risoluzione 2560×1080 pixel e il dispositivo si è adeguato automaticamente,soprattutto quando il monitor esterno è stato utilizzato come secondo

monitor. Esiste uno slot esterno per micro-SD per la connessione a memorie esterne sino a 128 GB, come quelle che si utilizzano su tablet e cellulari, per intenderci.
L’alimentazione è affidata ad un alimentatore veloce che in un’ora raggiunge il 50% di carica iniziale. Il modello N5000 dispone anche di una alimentazione via USB tipo C che, come è noto ormai, è uno standard per l’alimentazione ed il trasferimento dati veloce degli ultrabook di fascia alta. Questo oltre ad alimentare consente anche di connettere dispositivi che dispongono di questa connettività ad alta velocità, ovvero sino a 10 Gbps.

e-Book Pro ha una connettività Wifi Dual Band. Il termine di paragone che spesso ho tra le mani è il mio MacBook. Ho trovato una connettività wifi meno performante rispetto a quella che utilizzo sul Mac ma tuttavia è accettabile. La connessione Bluetooth 4.0 rientra negli standard di fascia media resi a disposizione nei pc portatili. e-book Pro dispone di fotocamera anteriore integrata da 2 Mpx, per effettuare Skype Call et similia.

Batteria

La batteria è formata da un gruppo costituito da 2 unità da 5000 mAh cad. (10.000 mAh totali) e consente di mantenere una carica dichiarata fino a 8 ore. Ho provato ad utilizzare il portatile per una intera giornata connesso alla rete e con la massima luminosità del display e sono arrivato ad oltre 7 ore di utilizzo navigando su Internet ed utilizzando programmi da ufficio.
Ho anche fatto una prova di utilizzo off line e la durata è notevolmente aumentata ben oltre le 8 ore. Di fatto con una carica completa possiamo anche non portare con noi l’alimentatore. Il display scelto,evidentemente, consente un bassissimo consumo di elettricità nonostante l’alta risoluzione. Il modello N5000 dispone anche di una alimentazione USB tipo C che consente una carica più veloce.

Sistema operativo

e-book Pro è disponibile con diversi sistemi operativi tra cui alcune versioni di Windows 10 (Home ePro), Linux Ubuntu 18.04 LTS e Pantheon OS, una distribuzione di Linux particolarmente interessante per via di una interfaccia utente intuitiva che ricorda quella di OS X. Ho effettuato una prova con quest’ultimo e buona parte delle caratteristiche testate riguardano l’ utilizzo in ambiente Pantheon OS. Esso dispone di un App Store che mi ha permesso di installare diverse applicazioni utili per i docenti,scelte tra moltissime disponibili ed installabili in modo super-semplice. Ho fatto qualche prova anche con Windows che per la verità nella configurazione ha un costo aggiuntivo di 30-40 euro, in base alle versioni. Windows gestisce sicuramente meglio alcune componenti hardware come touchpad, tastiera, risoluzione video con caratteristiche avanzate. Per l’uso da parte di un insegnante pur essendo attratto dalle distribuzioni Linux, preferisco suggerire Windows 10 Home.

Considerazioni finali

e-book Pro è un computer portatile ultra-sottile ed ultra-leggero che consiglierei all’insegnante che non ha molte pretese specifiche ma che al contempo cerca un computer portatile bello esteticamente, ergonomico, leggero e soprattutto economico. Di solito alcune di queste qualità vanno in contraddizione tra di loro. In questo oggetto sono sapientemente mescolate per ottenere un ottimo rapporto qualità-prezzo. I prezzi vanno da 349 euro della versione base con sola eMMC e con sistema operativo Ubuntu o Pantheon OS a 569 euro per la versione N5000 con 8 GB di memoria RAM, 240 GB di SSD e sistema operativo Windows 10 Home. Io sto usando la versione N4000 con Pantheon OS e 120 GB di SSD che costa 419 euro. Per

chi non ha particolari esigenze di spazio potrebbe anche andar bene, tuttavia con 40 euro in più si ottiene il doppio di SSD. Il mio MacBook ha 256 GB di SSD e per il mio lavoro l’ho trovato più chesufficiente in termini di capienza di memoria di massa.
Le qualità di questo ultrabook economico stanno nella tastiera ergonomica e retroilluminata, il touchpad comodo, il monitor ad alta risoluzione, il peso e lo spessore, i materiali utilizzati, tutte qualità che vengono gradite da chi fa lavori intensi al PC.

Davvero bella anche la borsa ultra-sottile in pelle sintetica “e-bag”, che il produttore ha realizzato appositamente per e-book Pro ma che può contenere, contemporaneamente, anche un e-tab Pro con tastiera e penna. Essa è disponibile nel colore Blue Navy o Nero e costa 69 euro.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito web www.microtech.store

Condividi:
Loading...